Sognare con passione

 

“Contando su se stessi e facendo con forza quel che ci prende per passione, se si riesce, ad un certo punto qualcosa succede…” Queste parole me l’ha scritte un ragazzo nel 1997, in una lettera di quelle scritte a mano, e che mi arrivò per posta. Quel ragazzo si chiamava Alex Baroni, e da pochissimo era giunto al meritato successo come cantante e trovava il tempo e il modo di rispondere direttamente a chi gli scriveva. Ora lui non c’è più, ma a me resta questa lettera, che ogni tanto rileggo, perché serve. Me lo sono chiesto spesso, ultimamente, cosa decreta il successo, che valore ha per me, se ne ha. Come se affermarsi sia l’unico modo per essere visibili, riconoscibili, identificabili nella massa uniforme del genere umano. Chi di noi non ha un sogno, un desiderio, una pulsione, che va oltre il raggiungimento di un obbiettivo, che va oltre l’essere una brava persona sulla quale fare affidamento, che va oltre fare il proprio dovere con senso di responsabilità. Queste sono, o dovrebbero essere, tendenze naturali alle quali aspirare tutti, indistintamente, per distinguerci dalla barbarie che troppo spesso vediamo, ascoltiamo, leggiamo.  Poi ci sono i sogni. E troppo spesso, per paura, per stanchezza, per disicanto, li cancelliamo, con un semplice click dell’inconscio, come se ci fosse un tasto specifico nella tastiera della nostra mente, messo lì apposta, a ricordarci che i sogni li puoi anche mettere nero su bianco ma poi…poi è meglio eliminare ogni traccia, ogni ricordo, che altrimenti fa male.

Ma non deve essere così. Io insegno ogni giorno ai miei figli a sognare e a perseguire , costruire, lavorare, affinché questi sogni possano diventare realtà. Perché se lo si fa con passione e credendoci fino in fondo, qualcosa a un certo punto accade. E’ come un composto chimico. Gli elementi si miscelano, si prova, si sperimenta e può accadere di trovare la formula giusta, quella risolutrice, quella vincente. Magia? Amo pensare che ci sia una forza speciale, dentro ognuno di noi, irresistibile, inarrestabile una volta che la si lascia libera, una forza la cui intensità è direttamente proporzionale alla passione che l’ha generata. E’ lì che albergano i grandi sogni. Io ci vado spesso in quel luogo e vi ho trovato la scrittrice che è in me. E il fatto che io sia qui, ora, a condividere con voi le mie parole, mi fa credere di aver scelto la giusta direzione.  E lo  faccio con forza, contando su me stessa, e aspetto…qualcosa forse sta per accadere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...