Nata in una casa di donne. Un estratto

cover per booktrailer

Giorgio non ricordava cos’era la dolcezza, né aveva mai conosciuto la confidenza verso i genitori. La guerra gli aveva portato via tutto e non c’era stato più tempo per recuperare l’amore. Quindi fuggiva dalle braccia strette intorno al collo, fuggiva dalle manine paffutelle che gli pizzicavano le guance, fuggiva dalle labbra bagnate e fresche di saliva che rubavano baci. Impostava lo sguardo severo, con una ruga a solcargli la fronte, e innalzava un muro che teneva lontane le sue figlie, lontano lui, via da tutto questo sentire, provare, via dai pensieri che ancora sapevano volare.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...