Quando Natale Arrivò sognò l’eternità

La mia prima favola, piccola come una metafora, gentilmente pubblicata da “Tutta colpa della maestra” su Svolgimento.

testamentoNatale Arrivò aveva un solo sogno nella sua vita: una grande famiglia con la quale tramandare il suo nome. Ma non fu molto fortunato, perché in sorte gli toccarono solo figlie femmine. Allora decise che avrebbe fatto in modo di tenerle tutte vicino a sé. Ma il destino gliele allontanava, una alla volta, e se riusciva ad avvicinare una figlia, ecco che subito l’altra, per lavoro o per amore, se ne andava all’altro capo del mondo. In tutto questo suo architettarsi la vita c’era nascosta la sua ansia di non restare solo. Non aveva grandi possibilità economiche e, a dirla tutta, era anche un po’ stretto di manica, ma non faceva mai mancare alla sua prole qualche piccolo segno del suo affetto. Regali insignificanti, perlopiù, decisamente inutili, tanto che le figlie prima e i nipoti poi, si rassegnarono a dirgli di risparmiarsi quei denari per il suo funerale. E…

View original post 268 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Altro. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...