Ma lo sai chi è Margaret Atwood?

Atwood_01

Capitano a volte quelle situazioni in cui senti un nome, ti frulla da qualche parte nell’angolo del cervello dove staziona la memoria, stai lì inebetita a chiederti chi è, perché quel nome ti è così familiare, e poi di colpo il velo dell’ignoranza si dissolve. A me è successo con Margaret Atwood, quando Art a part of cult(ure) mi ha chiesto di partecipare all’incontro con la scrittrice al Teatro Argentina a Roma. Prima ho accettato con entusiasmo, perché la memoria ha questo strano meccanismo a “cassetti”, per cui da qualche parte le sinapsi reagiscono alle sollecitazioni e spingono per uscire. Poi è sopraggiunta la perplessità: “Chi è Margaret Atwood?” Non volevo cercare su Wikipedia, troppo facile e sciocco. Dovevo scrivere di lei, non potevo affrontarla con una conoscenza da enciclopedia web-popolare (ringraziando sempre tutti i contributori di questa enciclopedia free).

Ho cercato dunque alla cieca tra i miei ricordi e i miei libri. E l’ho trovata. Era lì, tra le mie letture di fantascienza, ormai lontane nel tempo ma che mi hanno segnata profondamente. Margaret Atwood, il mio mito di adolescente. E l’ho incontrata davvero, quindi esiste! Questo è stato il mio resoconto.

Margaret Atwood, tra fantascienza e realtà. A Roma ho incontrato la leggenda

Di ogni arte si può parlare usando il linguaggio di un’altra arte”.

E voglio partire da qui per raccontare lo straordinario incontro con Margaret Atwood che si è svolto il 17 settembre sera, al Teatro Argentina di Roma, quale evento conclusivo del Festival delle Letterature 2014.

Parlare di Margaret Atwood significa affrontare un mito, e questo incute soggezione. [continua a leggere…]

2 thoughts on “Ma lo sai chi è Margaret Atwood?

  1. La Atwood, come ti dissi, fa parte della mia vasta ignoranza e un giorno dovrò recuperare, anche se non prevedo amore a prima vista. Ma tante volte mi sono sbagliato. Vedremo.

    Poi volevo chiederti: qualche domanda più specifica sulla fantascienza è stata fatta?

    Per quanto riguarda la raccolta di informazioni io partirei sempre da Wikipedia. Ci sono i link e i link sono sempre l’inizio di un lungo viaggio.

    Sei proprio stata fortunata ad incontrare una persona in odore di Nobel.🙂 Fra qualche giorno vedremo se il fumo si tramuterà in arrosto!😀

    • Io non so se la Atwood sia in odore di Nobel o meno (mi sa tanto di presa per il c… questa osservazione, ahahah) e sono certa che leggerla non fa scaturire subito amore. Io sono giustificata perché l’ho incontrata da piccola, ancora inconsapevole e avida di letture. Con la maturità forse l’affronterei diversamente, o forse non l’affronterei affatto, visto che non leggo quasi più fantascienza. Ma è pur vero che lei va “oltre” questo genere letterario, quindi forse sto mentendo e la leggerei lo stesso. Il fatto è che scrive dannatamente bene. Per quanto riguarda Wikipedia, io ogni giorno accendo un cero al signore del web che ha deposto la prima definizione… e adoro il labirinto dei wikilink. Ma in certi casi non è sufficiente. Bisogna studiare, studiare e studiare. Poi fregarsene! E’ sempre un piacere chiacchierare con te!😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...