Solo per donne fenomenali

Immagine presa da qui

Immagine presa da qui

Non ho mai partecipato a una festa della donna, mai, da che ho memoria. In primo luogo la mimosa mi procura un fastidiosissimo mal di testa (e vorrei capire chi ha avuto l’infelice idea di associare alla donna questo fiore. Rose rosse ragazzi, rose rosse…). In secondo luogo ho un’avversione personale per le feste comandate, istituzionali. Mi imbarazzano, e non saprei dire perché. Le trovo cacofoniche, come le urla dei politicanti durante un comizio elettorale. Amo di più i festeggiamenti intimi, quelli in cui puoi guardare l’altro negli occhi e capire se è sincero o no.

E poi… una festa per la donna. Come se fossimo un essere alieno, un’icona, un oggetto da museo che, ogni tanto, bisogna esporre. E le frasi stereotipate poi. Va bene, basta così, ne ho parlato sin troppo. Ma oggi, che mi piaccia o no, è l’8 marzo, e il pubblico lettore è avido e attento. Quindi approfitto di questo ampio palcoscenico per dire la mia (ah, le meraviglie del web!).

Sono donna ogni giorno, anche quando mi sveglio sfatta al mattino, quando mi addormento col mal di testa perché ho bevuto un spritz di troppo in libreria. Anche quando mi guardo allo specchio e mi accorgo di avere qualche chilo di troppo, o quando le occhiaie sono più evidenti del solito. Sono donna quando chiacchiero a vanvera per ore o quando sto zitta. Sono donna quando mi confronto, quando non sono d’accordo, quando cambio idea in modo repentino e quando mantengo il punto. Sono donna quando dico SI e quando dico NO, e non è mai una contraddizione. Sono donna quando faccio le valigie e parto in cerca di un nuovo futuro, da sola, senza l’aiuto di un uomo. Sono donna quando ho il coraggio di essere persona e di festeggiare ogni giorno la mia vita. E quella degli altri.

Condivido qui le parole di una grande donna, quelle che sento più vicine al mio sentire. Pensateci…

“Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni…..

Però ciò che è importante non cambia;
la tua forma e la tua convinzione non hanno età,
il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.

Dietro ogni linea di arrivo c’e’ una linea di partenza,
dietro ogni successo c’e’ un’altra delusione.

Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.

Non vivere di foto ingiallite…insisti,
anche se tutti si aspettano che abbandoni.
Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’e’ in te.

Fai in modo che, invece di compassione, ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.

Però non trattenerti mai!”

Solo per Donne Fenomenali, Madre Teresa di Calcutta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...